In Coda

Basta uno sbuffo a sparpagliare i capelli, ora in fuga come un esercito le cui lance son state spezzate. Macchiati di un’onta orrenda, non avrebbero smesso di solleticarmi il naso se non avessi sbuffato. Eccoli[…]

Continua a leggere …

Il click del grilletto

Ding! Luca drizzò la schiena dal tavolo, quasi un riflesso incondizionato. Nonostante la sonnolenza velasse ancora i suoi occhi decifrò al primo sguardo il mittente, basandosi solo sui contorni delle lettere. <> biascicò tra le[…]

Continua a leggere …

Chiudi gli occhi

Il sonno è l’antipasto della morte <<Ce l’hai?>> Il sorriso di Connie fa esplodere il mio e, trafiggendomi con la coda dell’occhio; <<Vieni con me.>> Connie m’afferra la mano e ci tuffiamo nella singhiozzante luce[…]

Continua a leggere …

Midnight ballet school

<<Uno e due, tre e quattro, uno, vado tre pliiiié! Scendo, in avanti vado fuori, chiudo, scendo giù alla sbarra, alla sbarra veloci!>> Le ballerine corrono alla sbarra giusto in tempo per iniziare l’esercizio sulle[…]

Continua a leggere …

Black out a Las Vegas

<<Nero, DICIASSETTE!>> tuona Jack lapidario, mentre l’epigramma si scolpisce nelle teste dei presenti. Chiamata da Maometto, la montagna di pennacchi di fiches pericolanti si sposta sotto il grembo del croupier. Alza il sopracciglio: è la[…]

Continua a leggere …